Amaryllis: fiorire d'Inverno - Ingrosso Fiori Gambin

Amaryllis: fiorire d’Inverno

amaryllis

L‘Amaryllis è un classico distintivo e maestoso. Impossibile non notarlo. Lo stelo liscio, spesso e cavo è qualcosa di molto insolito sopratutto quando il fiore ha una bellezza accattivante. La consistenza dei petali è molto speciale: sembra infatti vellutata e i suoi colori spaziano dal bianco al rosso, al giallo, rosa, salmone, viola, arancio e bicolore.

Lo stelo, senza foglie, porta generalmente da quattro a sei fiori che possono raggiungere una larghezza di 20 cm. L’Amaryllis che torna a trovarci (dopo che ne avevamo parlato in questo altro articolo) è protagonista indiscusso di mazzi di fiori misti, sebbene sia adatto anche esibizioni solitarie.

 

amaryllis

Origine

L’Amarrilide proviene dall’America meridionale, dall’America centrale e dai Caraibi ed è un membro della famiglia dei narcisi. E’ una bulbacea, perché fiorisce da un bulbo. Sebbene sia noto con il nome di Amaryllis, è conosciuto anche con il suo nome scientifico Hippeastrum, parola che deriva dal greco e che si traduce con “stella del cavaliere”, ad indicare la forma del suo fiore, ma essendo molto più conosciuto con il suo nome commerciale possiamo concludere che le due parole sono diventate sinonimi.

 

 

amaryllis

 

Gamma e assortimento

I più noti sono le cultivar a fiore di cui sono state create gamme particolarmente belle. Non solo rosso o bianco, in varietà tinta unita o bicolore, ma anche varietà più curiose e ricercate come chiaretto, viola, rosa e salmone. Meno popolari sono le varietà a fiore piccolo, che tuttavia offrono ottime possibilità in bouquet e composizioni floreali. Ci sono inoltre varie forme che danno luogo ad altrettante varietà: la Galaxy Grp, la Diamond Grp, la Double Galaxy Grp, la Double Diamond Drp, la Double Colibrì, la Butterfly, la Trumpet e la Spider, che include diverse varietà di ragno.

Cosa cercare quando si acquista l’Amaryllis

  • Controlla lughezza e numero di gemme
  • La maturità è espressa in stadi e si misura da 1 a 5. Quelli a stadio 1 sono offerti in scatole.
  • E’ sempre importante che si presentino privi di parassiti e malattie. Controllare sempre l’eventuale presenza di botrite caratterizzata da una muffa grigiastra. I petali possono inoltre essere avvizziti, essiccati o mostrare segni di cattiva conservazione o di conservazione troppo prolungata.
  • Occasionalmsente ci sono strisce rosse lungo lo stelo, dette “steli di fuoco“: ciò non ha alcun impatto sulla durata del fiore.

Suggerimenti per la cura dei professionisti

  • Quando si recidono, servirsi sempre di cesoie molto affilate.
  • Servirsi sempre di vasi puliti, acqua pulita ed eventualmente di conservanti specifici per fiori da bulbo per assicurarsi che non vi siano infezioni batteriche in acqua e che la corretta apertura del fiore sia garantita.
  • Assicurarsi che i fiori non possano bagnarsi a causa della condensa, perchè questo potrebbe incoraggiare la comparsa della botrite.
  • Laddove venga scelto per la composizione di un bouquet, inserire un supporto nella cavità dello stelo allo scopo di sostenere al meglio il peso del fiore. Questo accorgimento si rende necessario sopratutto nella cultiva pià vecchie: quelle nuove hanno degli steli più resistenti.
  • Per evitare che le estremità degli steli si arriccino, lo stelo può essere avvolto in un nastro o in un elastico, permettendo al fiore di continuare a raccogliere correttamente l’acqua.
  • Quando lavori con l’Amaryllis, è buona idea preparare il foro prima di inserire il fiore.
  • L‘Amaryllis può essere conservato asciutto in scatole all’interno di una cella frigorifera con una temperatura tra gli 8 e i 12 °C: non è una buona idea conservarli a temperature più basse.
  • Più breve è il periodo di conservazione, più fresco è il prodotto, maggiore è la durata.

 

amaryllis

 

Suggerimenti per l’esposizione

L’Amaryllis si adatta bene a qualunque tendenza o stile abitativo. Un idea molto originale può essere quella di appenderli a testa in giù e servirsi della cavità dello stelo per contenere l’acqua, che potrà a sua volte fungere da vaso all’interno del quale inserire a sua volta altri fiori.

Suggerimenti per la cura dei clienti

  • Recidere sempre gli steli diagonalmente
  • Inserirli in un robusto vaso di vetro
  • Assicurarsi sempre che il vaso sia pulito
  • Servirsi di nutrimenti specifici per fiori da bulbo
  • Posizionare in luogo fresco, lontano dalla frutta
  • Riempi regolarmente il caso con acqua del rubinetto

Vuoi altri consigli?

Per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul mondo dei fiori e delle piante, seguici sui nostri profili social!

Facebook: @ingrossofiori

Instagram: @milano.ingrosso.fiori