Clemanti – il fiore dei giardini verticali

La Clematis o Clematide, è una pianta rampicante appartenente alla famiglie delle ranuncolacee, poco conosciuta dalle fioriture praticamente perenni e che necessita di poche cure.

La Clematis è adatta ai giardini più piccoli, crescendo in verticale occupa una piccola superficie, pur fornendo una gran quantità di fiori dai molti colori. Essendo una pianta molto robusta e fitta, la Clematis, può essere utilizzata anche come copertura per una pergola esterna.

Una varietà travolgente

Quaeta pianta è originaria di molte parti del mondo e la si può tranquillamente trovare, a crescita spontanea, anche in Europa e in Italia. esistono circa 250 specie di Clemantis erbacee o legnose, rampicanti a foglie caduche o sempreverdi, rustiche e non. I fusti sono molto sottili, spesso semilegnosi, e producono sottili viticci con cui si attaccano a muri, pergole o graticci. Il fogliame è di colore verde scuro, coperto da una sottile peluria chiara. Durante i mesi freddi gran parte delle specie perde il fogliame. Alcune specie hanno una abbondante fioritura primaverile, con grandi fiori nei toni del rosa e del bianco, altre, e soprattutto molti ibridi da giardino, cominciano la fioritura in primavera inoltrata e la continuano fino all’arrivo dell’autunno.

La varietà di colori e forme di fiori è quasi travolgente. Il blu, il rosa, il viola e il bianco sono particolarmente comuni, ma le varietà a due colori, singole e doppie, stanno diventando sempre più popolari. La dimensione del fiore può variare da 2 a 24 cm.

 

 

Qualche cura e un gran sostegno

Le Clemantis possono essere piantate sia nel terreno che nei contenitori. Importante è assicurarsi che la pianta abbia un ‘aiuto di arrampicata’ a cui può attaccarsi per crescere (una pergola, una pala di legno o un traliccio fatto di fili allungati, mura, capannoni, alberi o recinzioni).

 

 

Alle radici della Clematis piace avere un terreno fresco. È consigliabile non collocare la base della pianta alla luce diretta del sole. bisogna sempre prestare molta attenzione a dare acqua regolarmente in modo che il terreno non si asciughi, in particolare se è piantato in vaso. Si consiglia di utilizzare un fertilizzante universale, come la concime granulare secco, nel periodo tra marzo e maggio.

La potatura è necessaria per eliminare rami secchi o per indirizzare la crescita della pianta ed ideale per mantenere la pianta sempre fresca con una produzione di fiori sempre maggiore. La potatura è consigliata dopo la fioritura (inizio dell’estate per le piante che hanno la fioritura in maggio e alla fine dell’inverno per le piante che fioriscono in estate).  Se si dovesse sbagliare il periodo di potatura, la pianta non produrrebbe fiori o ne produrrebbe meno per un anno circa.

 

×

Ciao!

Clicca per chattare subito oppure mandaci una mail all'indirizzo: info@gambinsrl.it

× Contattaci