Skimmia, Agrifoglio e Cinorrodi: trend di Autunno - Ingrosso Fiori Gambin

Skimmia, Agrifoglio e Cinorrodi: trend di Autunno

agrifoglio cinorrodi skimmia bacchifere

 

La Skimmia, l’Agrifoglio, e i Cinorrodi sono le cosidette bacchifere, piante che dopo essere cresciute in primavera e fiorite d’estate, stupiscono in autunno con i loro frutti, le bacche, che rappresentano una preziosa aggiunta ad ogni bouquet. La tendenza, è quella di accorpare elementi botanici utilizzando quante più “pianta” possibile all’insegna della sostenibilità, introducendoci al periodo natalizio.

 

 

skimmia agrifoglio cinorrodi bacchifere autunno

 

Skimmia, Agrifoglio e Cinorrodi: Origine

La Skimmia cresce nelle foreste della Cina e in altre parti dell’Asia alle pendici dell’Himalaya. L’Agrifoglio si trova nell’Europa meridionale e nell’Asia occidentale. I Cinorrodi furono inizialmente coltivati in Cina e Persia, e successivamente nei paesi del Mediterraneo.

Assortimento

Agrifoglio: la varietà più comune di agrifoglio è la Ilex Verticillata. Può essere riconosciuto dalla sua lunghezza adornata da rami laterali pieni di bacche rosse. In commercio ci sono anche varietà dalle bacche color crema, limone, ocra, arancia e salmone.

I Cinorrodi (Rosa) sono disponibili in una vasta gamma di rosso, verde o ambrato ed è il frutto carnoso della Rosa. Ai lati possono variare in colori e forma. La lunghezza dei rami varia da 30 cm e può raggiungere i 2 mt. I rami più grandi sono generalmente offerti in sacchetti di plastica per renderne più agevole il trasporto. Le varietà più popolari sono le “Magical” e le “Fantasy“.

La Skimmia è nota per la varietà su cui i boccioli bianchi, rossi e verdastri offrono il loro valore decorativo. Ce ne sono anche di interessanti rosse o verdi. Alcune varietà di Skimmia coma la japonica o la reevesiana sono coltivate appositamente per le bacche e funzionano bene come fiori recisi grazie ai loro colori brillanti e al fogliame verde.

 

Cosa cercare quando si acquistano

  • Gli arbusti sono di solito coltivati all’aperto. Ciò significa che sono meno uniformi o diritti rispetto alla maggior parte di fiori recisi, il che offre ulteriori possibilità per l’uso creativo.
  • Al momento dell’acquisto, elementi di pregio sono rappresentati dal numero di bacche, diffusione, lunghezza, forma. Anche la qualità delle bacche è importante: possono essere danneggiate, scolorite o raggrinzite, per via di una cattiva  conservazione o una conservazione troppo lunga.
  • E’ possibile che vi siano bacche marroni sui rami. Questo è il risultato della botrite che è causata da troppa umidità che favorisce la sua formazione, specialmente negli autunni particolarmente umidi. Per questo è importante mantenere la bacche asciutte e, se comparissero bacche marroni, tagliarle.

 

bacchifere cinorrodi agrifoglio skimmia

 

Suggerimenti per i professionisti

  • E’ importante lavorarle subito all’arrivo tagliando i rami con un coltello o cesoie ben affilate, ma sopratutto pulite, e servendosi di un conservante o eventualmente di candeggina per evitare il proliferare di parassiti.
  • E’ possibile utilizzare, su alcune bacche, gli spray per ravvivare la lucentezza delle foglie, il “leaf shine”, per conferire un aspetto più fresco.
  • Quando le bacche sono abbinate ad altri fiori recisi, ciò può influire sulla vita dell’intera composizione a causa dell’etanolo sprigionato dalle bacche.
  • Gli arbusti ed i frutti di bosco, possono essere conservati in cella frigorifera a 5°. Più freddo è meglio è, sempre che la temperatura non scenda sotto gli 0°C. I Cinorrodi, possono essere conservati per un certo periodo nel sacchetto di plastica per evitare che si secchino. Fate attenzione alle spine.
  • Tutte le bacchifere hanno una lunga durata e vengono offerte da dall’autunno fino a Natale.
  • Le bacchifere sono offerte per la decorazione e non per il consumo alimentare.
  • I frutti di bosco sono ideali nei design misti, ma brillano anche abbinate al muschio, corteccia, o foglie d’autunno. Sono perfette per essere pubblicate su Instagram, con una bottiglia, o un ramo e le fantasie tipiche d’autunno.

Suggerimenti per i clienti

  • Usare un coltello affilato e cesoie puliti per tagliare dai 3 ai 5 cm di di stelo.
  • Rimuovi sempre le foglie in eccesso.
  • Usa sempre acqua fresca ed un vaso pulito.
  • Attenzione alla bacche che cadono, possono macchiare.
  • Le bacche continueranno ad avere un bell’aspetto fino a 21 giorni.

Vuoi saperne di più!?

Seguici sui nostri canali social, per ricevere tutte le informazioni possibili sulle ultime mode, i trend, i consigli per la cura, gli abbinamenti e l’esposizione.

Facebook: @ingrossofiori

Instagram: @milano.ingrosso.fiori

 


Un Fiore al Giorno

Scopri tutte le curiosità sul mondo dei fiori. Le varietà, le composizioni, le proprietà, i significati e la storia di fiori e piante ornamentali. Seguici su Facebopok per restare sempre aggiornato sulle nostre iniziative e i nostri eventi. Grazie.